Storie

Il mondo il 26 aprile scoprirà il volto dell’Uomo di Altamura

Il mondo il 26 aprile scoprirà il volto dell’Uomo di Altamura
Annarita Amoruso

L’uomo di Altamura, rappresentazione di uno scheletro umano adulto intrappolato nella grotta di Lamalunga, scoperto nel 1993, avrà un volto: sarà presentato in anteprima mondiale alla stampa nazionale e internazionale il 26 aprile con un volto definito: capelli, barba e baffi. La ricostruzione verrà proposta a grandezza naturale dello scheletro e realizzata sulla base di una analisi rigorosamente scientifica dai paleo-artisti olandesi Adrie e Alfons Kennis. Scoperto più di vent’anni fa, da alcuni speleologi altamurani e baresi, l’uomo di pietra rappresenta uno scheletro umano di morfologia “arcaica”. Lo stesso 26 aprile, sarà inoltre mostrata la ricostruzione 3D del cranio dell’uomo di Altamura, estratto virtualmente dal suo scrigno carsico nell’ambito dello stesso progetto di ricostruzione.

Storie
Annarita Amoruso
@AnnaritaAmoruso

Annarita Amoruso di Loseto, quartiere che per la distanza può essere definito periferico, ma che in realtà appartiene ancora al Comune di Bari. Danzatrice dai 5 ai 23 anni, dal ventesimo anno ad oggi (dopo aver esplorato ogni evoluzione e trasformazione dei sensi legata alle emozioni della danza) ha deciso di dedicarsi al suo futuro lavoro, ovvero quello di giornalista. Laureata in scienze della comunicazione e attualmente praticante del Master in Giornalismo di Bari, cerca di affrontare ogni singola giornata come fosse l’ultima. Testarda quanto basta, schietta in abbondanza, sognatrice illimitata. Tende ad unire piuttosto che dividere, dotata di un forte spirito di gruppo. Punti critici: impulsiva, testarda, eccessivamente sensibile.

More in Storie

giornomemoria1

Mille iniziative
Per non dimenticare

Annarita Amoruso27 gennaio 2017
L'ingresso della villa comunale

Bianca e silenziosa: Bitonto sotto la neve è anche questo

Vincenzo Murgolo11 gennaio 2017
VITA DA REDAZIONE.

Vita da Redazione

Annarita Amoruso22 novembre 2016
cinema-du-desert2

Un tendone, un camper e via al “Cinema du Desert”
Due italiani portano i film in giro per il mondo

Paolo Cocuroccia9 marzo 2016
CY8d84sUMAAt-6C

Il primo fiore dello spazio è una Zinnia arancione

Annarita Amoruso20 gennaio 2016
Twitter: @enortam

Terremoto in Irpinia, 35 anni dopo quel 23 novembre: si ricordano le 2914 vittime

Luca Losito20 novembre 2015