Attualità

Migranti: 74 corpi trovati in acque libiche
Per il Papa bisogna aprire canali sicuri 

Migranti: 74 corpi trovati in acque libiche
Per il Papa bisogna aprire canali sicuri 
Graziana Capurso

 

Settantaquattro corpi, tra cui tre donne, sono stati trovati sulla costa occidentale libica tra ieri e oggi. Secondo quanto riferito dal portavoce della Mezzaluna Rossa libica, Mohamed Misrati, il ritrovamento è avvenuto nella zona di Al Harsha a Zawiya, dove è stato recuperato anche il relitto di un’imbarcazione. Misrati ha anche detto di non escludere che il mare “possa restituire altri corpi, perché il barcone ritrovato a largo poteva trasportare tra le 100 e le 120 persone”.

Le vittime sarebbero di diverse nazionalità africane. I corpi sono stati trovati sulla costa ovest in una località a una cinquantina di chilometri da Tripoli. I primi avvistamenti sono stati registrati da alcuni abitanti della zona, che tramite il commissariato hanno avvertito la Mezzaluna Rossa affinché intervenisse.

Sulla questione si è espresso anche Papa Francesco che, dal Forum su migrazioni e pace di Roma, ha lanciato un appello: “Bisogna aprire canali umanitari accessibili e sicuri per chi fugge da guerre e persecuzioni e per chi diventa vittima di organizzazioni criminali senza scrupoli”.

Il pontefice ha anche sottolineato come si debba combattere “l’indole del rifiuto” verso i migranti, con un’accoglienza responsabile che cominci “dalla loro prima sistemazione in spazi adeguati e decorosi”. Per questo motivo ha ribadito l’importanza di proteggere chi ne ha bisogno con leggi, programmi e sforzi congiunti, sia a livello nazionale che internazionale. L’attenzione di Bergoglio si è concentrata soprattutto sui più piccoli a cui vanno garantite “protezione, integrazione e soluzioni durature”.

Attualità
Graziana Capurso
@Gracy22Gracy

Graziana Capurso, 23 anni from Acquaviva delle Fonti. Giornalista pubblicista, aspirante professionista con in tasca una laurea in Lettere, attualmente iscritta al Master Biennale di Giornalismo dell’Università di Bari. Un po' Peter Pan un po' Alice nel Paese delle Meraviglie, è nata nell'epoca sbagliata e freme all'idea di diventare un' inviata speciale (quella con la I maiuscola). Ama viaggiare, non solo con la fantasia! Pronta a girare il mondo armata di carta, penna (o forse sarebbe meglio dire pc) e macchina fotografica per raccontare, con la sua personalissima lente l'ingrandimento, vita, morte e miracoli di popoli e paesi lontani. Bibliofila per ossessione, rompiscatole per diletto, naif per scelta. Ha una passione smodata per il vintage e colleziona oggetti rétro. Morbosamente curiosa, perennemente insicura, costantemente a caccia di chiacchiere e particolari. Unico (?) tallone d'Achille? La matematica!

More in Attualità

bollettino-22-maggio

Covid-19: numeri ancora in calo Iss: “Non abbassiamo la guardia”

Claudio Carbone22 maggio 2020
093731269-875a45b0-0762-4a2a-9385-7601c6705fd8

Aumentano i controlli anti-movida a Bari. Decaro: giovani da responsabilizzare

Luigi Bussu22 maggio 2020
img_attualita_patriottismoeconomico

Patto Stabilità sospeso fino al 2021 La proposta di Parigi in sostegno all’Europa

Marìcla Pastore22 maggio 2020
unnamed-1

Università: lezioni online fino a gennaio 2021, rimangono aperti solo biblioteche e laboratori

Michela Lopez22 maggio 2020
giove

Ex Ilva, lunedì sciopero generale Sindacati: “Situazione insostenibile”

Anna Piscopo22 maggio 2020
stadio

Figc: I campionati di A, B e C vanno conclusi, ma la decisione finale spetta al Governo

Claudio Carbone21 maggio 2020
refinery-4800320_1920

Brindisi avvolta da emissioni del petrolchimico: il sindaco blocca gli impianti di Versalis

Michela Lopez21 maggio 2020
de-donno

De Donno cittadino onorario di Lequile per lotta a Covid-19 con terapia al plasma

Michele Mitarotondo21 maggio 2020
movida

Premier Conte: “No a movida”. Multe da 400 a 3mila euro

Anna Piscopo21 maggio 2020