Attualità

Siria: riprendono i negoziati a Ginevra
Tra le opposizioni e il regime di Assad

Siria: riprendono i negoziati a Ginevra
Tra le opposizioni e il regime di Assad
Graziana Capurso

Il governo e le opposizioni siriane si sono incontrati di nuovo a Ginevra per un colloquio moderato dall’Onu. A renderlo noto sono i media panarabi, che hanno registrato anche un crescente scetticismo delle parti e dello stesso inviato speciale dell’Onu per la Siria, Staffan De Mistura.

La richiesta da parte della delegazione delle opposizioni siriane di avere dei negoziati diretti con Damasco, era già stata espressa da tempo, eppure l’Onu non ha ancora chiarito le modalità di svolgimento dell’incontro. I meeting che si sono svolti finora (questo sarebbe il quarto round di colloqui mediati dalle Nazioni Unite in Svizzera) non sono riusciti però a conseguire l’obiettivo: ossia aprire un canale di dialogo fra le parti, mettendo un freno agli scontri armati in Siria.

Intanto tra due settimane ricorrerà il sesto anniversario dello scoppio delle proteste popolari in Siria e della conseguente repressione governativa, eventi che hanno gradualmente spinto il Paese mediorientale verso una guerra civile con dimensioni regionali e internazionali e con effetti catastrofici soprattutto sul piano umanitario.

“Le strazianti immagini di un bambino che urla chiedendo di suo padre subito dopo aver perso entrambe le gambe in un assalto ad Idlib, la settimana scorsa, rappresentano un altro terribile monito che ci ricorda come i bambini in Siria continuino a vivere sotto attacchi a causa del conflitto”. Lo ha dichiarato Geert Cappelaere, direttore regionale dell’Unicef per Nord Africa e Medio Oriente, sottolineando che nel corso dei sei anni di conflitto siriano, oltre 10 milioni di bambini subiscono le conseguenze fisiche e sociali della guerra civile.

Attualità
Graziana Capurso
@Gracy22Gracy

Graziana Capurso, 23 anni from Acquaviva delle Fonti. Giornalista pubblicista, aspirante professionista con in tasca una laurea in Lettere, attualmente iscritta al Master Biennale di Giornalismo dell’Università di Bari. Un po' Peter Pan un po' Alice nel Paese delle Meraviglie, è nata nell'epoca sbagliata e freme all'idea di diventare un' inviata speciale (quella con la I maiuscola). Ama viaggiare, non solo con la fantasia! Pronta a girare il mondo armata di carta, penna (o forse sarebbe meglio dire pc) e macchina fotografica per raccontare, con la sua personalissima lente l'ingrandimento, vita, morte e miracoli di popoli e paesi lontani. Bibliofila per ossessione, rompiscatole per diletto, naif per scelta. Ha una passione smodata per il vintage e colleziona oggetti rétro. Morbosamente curiosa, perennemente insicura, costantemente a caccia di chiacchiere e particolari. Unico (?) tallone d'Achille? La matematica!

More in Attualità

bollettino-22-maggio

Covid-19: numeri ancora in calo Iss: “Non abbassiamo la guardia”

Claudio Carbone22 maggio 2020
093731269-875a45b0-0762-4a2a-9385-7601c6705fd8

Aumentano i controlli anti-movida a Bari. Decaro: giovani da responsabilizzare

Luigi Bussu22 maggio 2020
img_attualita_patriottismoeconomico

Patto Stabilità sospeso fino al 2021 La proposta di Parigi in sostegno all’Europa

Marìcla Pastore22 maggio 2020
unnamed-1

Università: lezioni online fino a gennaio 2021, rimangono aperti solo biblioteche e laboratori

Michela Lopez22 maggio 2020
giove

Ex Ilva, lunedì sciopero generale Sindacati: “Situazione insostenibile”

Anna Piscopo22 maggio 2020
stadio

Figc: I campionati di A, B e C vanno conclusi, ma la decisione finale spetta al Governo

Claudio Carbone21 maggio 2020
refinery-4800320_1920

Brindisi avvolta da emissioni del petrolchimico: il sindaco blocca gli impianti di Versalis

Michela Lopez21 maggio 2020
de-donno

De Donno cittadino onorario di Lequile per lotta a Covid-19 con terapia al plasma

Michele Mitarotondo21 maggio 2020
movida

Premier Conte: “No a movida”. Multe da 400 a 3mila euro

Anna Piscopo21 maggio 2020