Attualità

Siria: riprendono i negoziati a Ginevra
Tra le opposizioni e il regime di Assad

Siria: riprendono i negoziati a Ginevra
Tra le opposizioni e il regime di Assad
Graziana Capurso

Il governo e le opposizioni siriane si sono incontrati di nuovo a Ginevra per un colloquio moderato dall’Onu. A renderlo noto sono i media panarabi, che hanno registrato anche un crescente scetticismo delle parti e dello stesso inviato speciale dell’Onu per la Siria, Staffan De Mistura.

La richiesta da parte della delegazione delle opposizioni siriane di avere dei negoziati diretti con Damasco, era già stata espressa da tempo, eppure l’Onu non ha ancora chiarito le modalità di svolgimento dell’incontro. I meeting che si sono svolti finora (questo sarebbe il quarto round di colloqui mediati dalle Nazioni Unite in Svizzera) non sono riusciti però a conseguire l’obiettivo: ossia aprire un canale di dialogo fra le parti, mettendo un freno agli scontri armati in Siria.

Intanto tra due settimane ricorrerà il sesto anniversario dello scoppio delle proteste popolari in Siria e della conseguente repressione governativa, eventi che hanno gradualmente spinto il Paese mediorientale verso una guerra civile con dimensioni regionali e internazionali e con effetti catastrofici soprattutto sul piano umanitario.

“Le strazianti immagini di un bambino che urla chiedendo di suo padre subito dopo aver perso entrambe le gambe in un assalto ad Idlib, la settimana scorsa, rappresentano un altro terribile monito che ci ricorda come i bambini in Siria continuino a vivere sotto attacchi a causa del conflitto”. Lo ha dichiarato Geert Cappelaere, direttore regionale dell’Unicef per Nord Africa e Medio Oriente, sottolineando che nel corso dei sei anni di conflitto siriano, oltre 10 milioni di bambini subiscono le conseguenze fisiche e sociali della guerra civile.

Attualità
Graziana Capurso
@Gracy22Gracy

Graziana Capurso, 23 anni from Acquaviva delle Fonti. Giornalista pubblicista, aspirante professionista con in tasca una laurea in Lettere, attualmente iscritta al Master Biennale di Giornalismo dell’Università di Bari. Un po' Peter Pan un po' Alice nel Paese delle Meraviglie, è nata nell'epoca sbagliata e freme all'idea di diventare un' inviata speciale (quella con la I maiuscola). Ama viaggiare, non solo con la fantasia! Pronta a girare il mondo armata di carta, penna (o forse sarebbe meglio dire pc) e macchina fotografica per raccontare, con la sua personalissima lente l'ingrandimento, vita, morte e miracoli di popoli e paesi lontani. Bibliofila per ossessione, rompiscatole per diletto, naif per scelta. Ha una passione smodata per il vintage e colleziona oggetti rétro. Morbosamente curiosa, perennemente insicura, costantemente a caccia di chiacchiere e particolari. Unico (?) tallone d'Achille? La matematica!

More in Attualità

Milano, 4/10/2014programma televisivo, Che fuori tempo che fanella foto, Gabriele Del Grande

Mobilitazione per Gabriele Del Grande
Il rimpatrio del reporter è ancora lontano

Paolo Cocuroccia20 aprile 2017
palermo

Duemila migranti sbarcati in Calabria
L’accoglienza richiede aiuti volontari

Tommaso Felicetti20 aprile 2017
theresa-may-an103106230epa05433683

Elezioni anticipate in Gran Bretagna:
Theresa May presenta la mozione

Davide Impicciatore19 aprile 2017
perche-allenarsi-al-freddo-aiuta-a-dimagrire

Torna l’inverno in Europa
12° in meno nel Bel Paese

Luca Losito19 aprile 2017
GabrieleDelGrande

Turchia, Gabriele Del Grande chiama a casa:
“Sto bene, ma inizio sciopero della fame”

Graziana Capurso19 aprile 2017
A street is blocked off where emergency officials say a shooting has killed one person and injured two others Tuesday, April 18, 2017, in downtown Fresno, Calif. Dan Lynch of Fresno County Emergency Medical Services says the two wounded by gunfire have been transported to hospitals. A Fresno city spokesman says county offices are on lockdown, and people have been urged to shelter in place. (AP Photo/Scott Smith)

Uccide tre bianchi per razzismo
In California escluso terrorismo

Annarita Amoruso19 aprile 2017
Supporters stands in front of a screen displaying a portrait of Turkish President Recep Tayyip Erdogan during a rally at Kizilay Square in Ankara on July 20, 2016, 

Erdogan on Wednesday declared a three-month state of emergency, vowing to hunt down the "terrorist" group behind last week's bloody coup attempt. / AFP PHOTO / ADEM ALTAN

Turchia: Erdogan vince con il 51,4%
Ed è subito polemica sul referendum

Graziana Capurso18 aprile 2017
marine-le-pen

Scontri dentro e fuori comizio Le Pen
La leader: “Militanti estrema sinistra”

Davide Impicciatore18 aprile 2017
Ospedale Di Venere Bari

Bimba morta per una lite:
Procura indaga su 8 persone

Maila Daniela Tritto18 aprile 2017