Attualità

Ucciso in Siria al-Masri
numero due di al-Qaeda

Ucciso in Siria al-Masri
numero due di al-Qaeda
Davide Impicciatore

Il numero due di al-Qaeda, al-Masri, sarebbe morto ieri “in un raid della coalizione dei crociati” nella zona di al-Mastumah, nella provincia di Idlib, nel nordovest della Siria. Un missile avrebbe centrato l’auto su cui viaggiava. La notizia è stata confermata da un comunicato della neofita formazione Hayat Tahrir al–Sham, gruppo affiliato ad al-Qaeda.

Abu al-Khayar al-Masri, egiziano di 59 anni, aveva sposato una delle figlie di Osama bin Laden e aveva passato una vita ai vertici di al-Qaeda, diventandone uno dei maggiori esponenti.

Nel 2005 gli Stati Uniti inserirono al-Masri nell’elenco degli “associati” all’organizzazione terroristica. Washington lo considerava “responsabile per il coordinamento del lavoro di al-Qaeda con altre organizzazioni terroristiche”.

Sinora il Pentagono non ha né confermato né smentito la notizia sulla fine di al-Masri.

Secondo il Guardian, al-Masri sarebbe stato coinvolto anche negli attacchi del 1998 contro le ambasciate Usa in Tanzania e in Kenya, in cui morirono più di 200 persone, per lo più civili. La sua morte, ha detto Hisham al-Hashimi al giornale britannico, “è tanto importante quanto quella di bin Laden”, ucciso nel 2011 in Pakistan.

More in Attualità

bollettino-22-maggio

Covid-19: numeri ancora in calo Iss: “Non abbassiamo la guardia”

Claudio Carbone22 maggio 2020
093731269-875a45b0-0762-4a2a-9385-7601c6705fd8

Aumentano i controlli anti-movida a Bari. Decaro: giovani da responsabilizzare

Luigi Bussu22 maggio 2020
img_attualita_patriottismoeconomico

Patto Stabilità sospeso fino al 2021 La proposta di Parigi in sostegno all’Europa

Marìcla Pastore22 maggio 2020
unnamed-1

Università: lezioni online fino a gennaio 2021, rimangono aperti solo biblioteche e laboratori

Michela Lopez22 maggio 2020
giove

Ex Ilva, lunedì sciopero generale Sindacati: “Situazione insostenibile”

Anna Piscopo22 maggio 2020
stadio

Figc: I campionati di A, B e C vanno conclusi, ma la decisione finale spetta al Governo

Claudio Carbone21 maggio 2020
refinery-4800320_1920

Brindisi avvolta da emissioni del petrolchimico: il sindaco blocca gli impianti di Versalis

Michela Lopez21 maggio 2020
de-donno

De Donno cittadino onorario di Lequile per lotta a Covid-19 con terapia al plasma

Michele Mitarotondo21 maggio 2020
movida

Premier Conte: “No a movida”. Multe da 400 a 3mila euro

Anna Piscopo21 maggio 2020