Attualità

G7: per Siria “soluzione politica”
Tillerson: “Il potere di Assad è alla fine”

G7: per Siria “soluzione politica”
Tillerson: “Il potere di Assad è alla fine”
Graziana Capurso

Non vi è una soluzione per la Siria con Assad al potere” è quanto è emerso dall’incontro straordinario a margine del G7, tra tutti i ministri degli Esteri a Lucca. Ad affermarlo è il ministro degli Esteri francese Jean-Marc Ayrault.

Due i punti fissi di cui i sette grandi hanno preso atto. Il primo: non c’è soluzione militare per la Siria. Bisogna lavorare a una soluzione politica. Il secondo è che la soluzione politica per funzionare non può prescindere dal coinvolgimento della Russia.

In questi giorni il ministro degli Esteri Angelino Alfano aveva affermato che il pensiero comune nel G7 era quello di trovare per la Siria una soluzione senza altri spargimenti di sangue. Ma al termine della riunione straordinaria sulla questione siriana, allargata anche ai Paesi del Golfo ed alla Turchia, si è presentata una nuova opportunità: “Dopo l’intervento americano – ha affermato oggi lo stesso Alfano – l’unica soluzione plausibile è costruire con l’aiuto di tutti, una nuova condizione politica positiva per il processo governativo in Siria”.

La Russia non va isolata, anzi nei limiti del possibile va coinvolta nel processo di transizione siriano, e su questo punto il G7 “la pensa in modo significativamente unito”, ha aggiunto Alfano.

Quanto all’ipotesi di nuove sanzioni emersa nella discussione di ieri, Alfano ha affermato che “ognuno ha espresso la propria opinione, ma mi pare prevalente la linea di coinvolgimento della Russia al fine di una concreta collaborazione che eviti un conflitto militare e avvii un processo politico”.

Netto il segretario di Stato USA, Rex Tillerson, prossimo a visitare il Cremlino, secondo cui è meglio che la soluzione politica escludesse Assad, per il quale “non c’è futuro, il suo potere è alla fine”. Apertura invece dal capo della diplomazia di Parigi che sottolinea la necessità di “tendere la mano ai russi e di mettere fine a questa tragedia siriana che ha provocato così tanti morti, dolore e rifugiati”.

Attualità
Graziana Capurso
@Gracy22Gracy

Graziana Capurso, 23 anni from Acquaviva delle Fonti. Giornalista pubblicista, aspirante professionista con in tasca una laurea in Lettere, attualmente iscritta al Master Biennale di Giornalismo dell’Università di Bari. Un po' Peter Pan un po' Alice nel Paese delle Meraviglie, è nata nell'epoca sbagliata e freme all'idea di diventare un' inviata speciale (quella con la I maiuscola). Ama viaggiare, non solo con la fantasia! Pronta a girare il mondo armata di carta, penna (o forse sarebbe meglio dire pc) e macchina fotografica per raccontare, con la sua personalissima lente l'ingrandimento, vita, morte e miracoli di popoli e paesi lontani. Bibliofila per ossessione, rompiscatole per diletto, naif per scelta. Ha una passione smodata per il vintage e colleziona oggetti rétro. Morbosamente curiosa, perennemente insicura, costantemente a caccia di chiacchiere e particolari. Unico (?) tallone d'Achille? La matematica!

More in Attualità

Di Maio su ex Ilva

Nuovi commissari all’ex Ilva Di Maio: “Inizia la fase due”

Anna Piscopo24 aprile 2019
assoluzione-per-biallo-e-parisi

Inchiesta tangenti a Trani, c’è un altro pm indagato

Michele Mitarotondo24 aprile 2019
ambulanza

Monopolitano di 26 anni muore per soffocamento

Cristina Mastrangelo23 aprile 2019
Gratta e vince 100mila euro

Vince 100mila euro a Mola con gratta e vinci nei rifiuti

Anna Piscopo23 aprile 2019
sadaf-khadem-ha-24-anni

Non ha indossato lo hijab sul ring: ora rischia arresto

Michela Lopez19 aprile 2019
sgombero-mezzanone-1-1

Ruspe di nuovo in azione a Borgo Mezzanone

Luigi Bussu18 aprile 2019
massimo-bordin-1024x666

È morto Massimo Bordin, ha guidato Radio Radicale

Michela Lopez18 aprile 2019
Delegazione Regione Puglia a Mosca

Sanità, cultura e turismo. Bari e Mosca più vicine

Saverio Carlucci18 aprile 2019
cagnano-varano

Il carabiniere ferito a Cagnano Varano: «Primo pensiero al collega Di Gennaro»

Michele Mitarotondo18 aprile 2019