Cronaca

Commissione Parlamentare Antimafia: Pubblicati i documenti dal 1963 al 2001

Commissione Parlamentare Antimafia: Pubblicati i documenti dal 1963 al 2001
Claudio Carbone

“Di pomeriggio è disponibile solo una macchina blindata, il pomeriggio mi reco in ufficio con la mia automobile e ritorno a casa alle 21 od alle 22. Magari con ciò riacquisto la mia libertà utilizzando la mia automobile; però non capisco che senso abbia farmi perdere la libertà la mattina per essere, poi, libero di essere ucciso la sera”.
Così Paolo Borsellino in un’audizione dell’8 maggio 1984 alla “Commissione parlamentare sul fenomeno della mafia” denunciava le carenze dei mezzi a disposizione dei magistrati presagendo quello che sarebbe stato il suo destino.
La registrazione fa parte degli oltre 1600 documenti resi pubblici dalla Commissione parlamentare Antimafia. La commissione, infatti, ha deciso all’unanimità di procedere sulla via della trasparenza. «Un segnale di democratizzazione», ha detto il presidente Nicola Morra presentando l’iniziativa in Senato.
Salvatore Borsellino, fratello del magistrato, ha declinato l’invito a partecipare alla conferenza stampa, inviando una lettera a Morra nella quale esprime il suo disappunto per le verità a rate, ribadendo la necessità che vengano tolti i sigilli a tutti i documenti secretati, non solo sulla strage di Via D’Amelio ma su tutte le stragi di Stato.
“Mio fratello è stato ridotto ad un tronco carbonizzato senza più le gambe e le braccia, i pezzi di quei ragazzi (ndr: i componenti della scorta) sono stati raccolti uno ad uno… Ora, a 27 anni di distanza, non posso accettare che i pezzi di mio fratello, le parole che ha lasciato, i segreti di Stato che ancora pesano su quella strage, vengano restituiti ad uno ad uno”.

More in Cronaca

aeroporto

Stop al consumo di plastica In aeroporto arrivano le fontanelle

Mariamichela Sarcinelli12 febbraio 2020
operazione-a-gallipoli

Traffico armi e estorsioni In sei in manette a Gallipoli

Mariamichela Sarcinelli11 febbraio 2020
marco-vannini-653x367

La Cassazione sul caso Marco Vannini: “Fu omicidio volontario: nuovo appello”

Michela Lopez7 febbraio 2020
schermata-2019-11-19-alle-21-59-43-653x367

Ucciso commercialista a Manfredonia “Aveva una relazione con mia moglie” 

Marìcla Pastore6 febbraio 2020
Un troncone dell'aereo che si è spezzato in due dopo essere uscito di pista in fase di atterraggio all'aeroporto Sabiha Gokcen, in un'immagine postata sul profilo Twitter di Eha News, Istanbul, 5 febbraio 2020. TWITTER EHA NEWS 
      
        
          
            
              
                
                  
                    
                      
                        
                          
                            +++ATTENZIONE LA FOTO NON PUO' 
                            ESSERE PUBBLICATA O RIPRODOTTA SENZA 
                            L'AUTORIZZAZIONE DELLA FONTE DI ORIGINE CUI SI RINVIA+++ 
                             ++HO Â? NO SALES EDITORIAL USE ONLY++

Incidente aereo a Istanbul. Nessun morto, gravi i due piloti

Simona Latorrata6 febbraio 2020
nave-mare-jonio

Il tribunale di Palermo dissequestra la Mare Jonio

Marìcla Pastore5 febbraio 2020
aggredita-troupe-rai

Troupe Tgr aggredita a Bari L’auto di servizio danneggiata

Mariamichela Sarcinelli5 febbraio 2020
bullismo

Picchiarono coetanea e postarono video identificate adolescenti a Bari

Cristina Mastrangelo5 febbraio 2020
181045514-2cb217a1-a835-4a55-8100-c6a0ebf2099b

Il diritto del minore non si discute “Valido quell’atto di nascita”

Marìcla Pastore4 febbraio 2020