Attualità

Torna il divieto di balneazione a Torre Quetta

Torna il divieto di balneazione a Torre Quetta
Luigi Bussu

Mare ancora proibito a Bari da Torre Quetta al Trullo. Nel primo pomeriggio di ieri, infatti, il sindaco di Bari Antonio Decaro ha firmato l’ordinanza che istituisce il divieto di balneazione sul lungomare Di Cagno Abbrescia, nella zona di Torre Carnosa. Il divieto è valido lungo la costa dall’argine sud del Torrente Valenzano, dalla spiaggia di Torre Quetta fino a 300 metri prima del Lido Il Trullo, non compreso nell’ordinanza. Il provvedimento è stato preso a causa delle nuove attività di sversamento in mare di liquami, effettuate da Acquedotto Pugliese e dovute ad alcuni lavori per la messa in sicurezza dell’impianto fognario di Torre del Diavolo, situato all’altezza del Sacrario dei Caduti di oltremare.

“Ho appena firmato un’ordinanza – ha scritto il primo cittadino su Facebook – che mai avrei pensato di dover emanare da sindaco della nostra città. Ho vietato la balneazione sulla spiaggia cittadina di Torre Quetta. Purtroppo L’Arpa qualche ora fa ci ha comunicato che nello specchio d’acqua limitrofo alla zona di Torre Carnosa, non ci si può fare il bagno fino a quando la qualità dell’acqua non tornerà ai suoi livelli normali. Vietare la balneazione a Torre Quetta – prosegue Decaro – significa riportare questa città indietro di tanti anni, a quando c’era l’amianto, significa allontanare di nuovo i baresi dal loro mare e cancellare i sacrifici e il lavoro fatto fino ad oggi.”

C’era già stato un divieto di balneazione ai primi di luglio, ancora a causa di sversamenti in mare. Questa mattina L’Acquedotto Pugliese ha replicato a Decaro. In una nota diramata oggi, la società ha fatto sapere che in autunno è previsto un riammodernamento dell’impianto e la realizzazione di un altro, denominato ‘Torre del Diavolo bis’, per evitare che situazioni come quelle di inizio luglio si ripetano.

Attualità
Luigi Bussu
@luigi_bussu

Riservato ma ironico, sardonico, mi piace fare le cose nel miglior modo possibile, non lascio mai indietro nessuno. Sardo di Ollolai, paese nel centro della Sardegna, isola che mi resta tatuata nel cuore ovunque vada. Classe 1991, laureato in Scienze della Comunicazione a Sassari, fin da piccolo coltivo il sogno di fare il giornalista, essendo da sempre quello polemico e controcorrente. Giornalismo per me è mettere tutto in discussione. Le mie grandi passioni sono la politica, nazionale e estera, e lo sport. Sono tifoso dell’Inter, dell’Arsenal e del Cagliari. Partner di Fortunato, un cavallo anglo-arabo sardo che posseggo da dieci anni. Sono appassionato di musica. In particolare, apprezzo chi unisce strumenti tradizionali con sonorità punk o metal.

More in Attualità

bollettino-22-maggio

Covid-19: numeri ancora in calo Iss: “Non abbassiamo la guardia”

Claudio Carbone22 maggio 2020
093731269-875a45b0-0762-4a2a-9385-7601c6705fd8

Aumentano i controlli anti-movida a Bari. Decaro: giovani da responsabilizzare

Luigi Bussu22 maggio 2020
img_attualita_patriottismoeconomico

Patto Stabilità sospeso fino al 2021 La proposta di Parigi in sostegno all’Europa

Marìcla Pastore22 maggio 2020
unnamed-1

Università: lezioni online fino a gennaio 2021, rimangono aperti solo biblioteche e laboratori

Michela Lopez22 maggio 2020
giove

Ex Ilva, lunedì sciopero generale Sindacati: “Situazione insostenibile”

Anna Piscopo22 maggio 2020
stadio

Figc: I campionati di A, B e C vanno conclusi, ma la decisione finale spetta al Governo

Claudio Carbone21 maggio 2020
refinery-4800320_1920

Brindisi avvolta da emissioni del petrolchimico: il sindaco blocca gli impianti di Versalis

Michela Lopez21 maggio 2020
de-donno

De Donno cittadino onorario di Lequile per lotta a Covid-19 con terapia al plasma

Michele Mitarotondo21 maggio 2020
movida

Premier Conte: “No a movida”. Multe da 400 a 3mila euro

Anna Piscopo21 maggio 2020