Attualità

Cosmetici e profumi contraffatti: sequestrate a Bari 8mila confezioni

Cosmetici e profumi contraffatti: sequestrate a Bari 8mila confezioni

Maxisequestro di oltre 8mila confezioni di cosmetici contraffatti e tester di noti profumi pronti alla vendita: l’operazione della Guardia di Finanza di Bari è avvenuto ieri nel capannone di un imprenditore cinese nella zona industriale della città.
Il controllo delle Fiamme Gialle è scattato a seguito di segnalazioni da parte di alcuni commercianti della zona che lamentavano l’illecita concorrenza praticata dall’imprenditore cinese con la messa in vendita, dal proprio ingrosso, di prodotti firmati di dubbia provenienza a prezzi molto bassi.
Perlustrati i locali aziendali, i finanzieri hanno trovato su decine di scaffali confezioni di cosmetici di marchi famosi (tra cui Acqua di Parma, Bulgari, Burberry, Chanel, Cristian Dior, Dolce&Gabbana, Giorgio Armani, Gucci, Hugo Boss, Laura Biagiotti, Mac, Tiffany, Urban Decay, Versace), messe in commercio a un prezzo decisamente inferiore a quello di mercato. Tali cosmetici, peraltro, presentavano imperfezioni nel packaging e nelle etichette, nonché l’assenza di qualsiasi indicazione relativa alla composizione. “Ciò implicava una potenziale pericolosità per la salute, dato che – evidenziano gli investigatori – non era possibile escludere che tali cosmetici contenessero sostanze nocive suscettibili di arrecare danni alla pelle, esponendo il consumatore al rischio di reazioni allergiche ed eritemi”.
Sono stati trovati inoltre tester di profumi di marche come Calvin Klein, Davidoff, Givenchy, Kenzo Parfum, Prada e Trussardi, destinati alle profumerie, riportanti la dicitura “Tester- vietata la vendita” in varie lingue.
Il commerciante cinese è stato accusato di “introduzione nello Stato e commercio di prodotti con segni falsi” e “ricettazione”. Qualora immessi sul mercato, i prodotti avrebbero fruttato all’imprenditore cinese oltre 250.000 euro. (Fonte: BariToday)

Attualità

More in Attualità

daniele-de-martino-3

Ad Acquaviva scoppia la polemica contro il rapper che esalta la mala

Simona Latorrata14 ottobre 2019
4c58e1_boldini_opera_homeim_799x400

De Nittis in mostra al “Karol Wojtyla” .Tre quadri per celebrare la Puglia

Simona Latorrata12 ottobre 2019
donna-incinta

In ospedale manca l’anestetista Donna perde il bambino a Vibo Valentia

Mariamichela Sarcinelli11 ottobre 2019
124657191-5784cdc6-8649-4bde-935c-bca8f7a5c9f5

Pompei e Santorini, fascino e terrore: la mostra alle Scuderie del Quirinale

Michela Lopez11 ottobre 2019
petruzzell

Ottantenne alla guida distrugge barriere Petruzzelli

Mariamichela Sarcinelli10 ottobre 2019
Credit photo: La Nazione

Novantenne multata su autobus a Carrara: aveva dimenticato di rinnovare abbonamento

Michele Mitarotondo10 ottobre 2019
halle-sinagoga1

Strage nella sinagoga di Halle Due le vittime del terrorista

Marìcla Pastore10 ottobre 2019
A Turkish n armored vehicles patrol as they conduct a joint ground patrol with American forces in the so-called "safe zone" on the Syrian side of the border with Turkey, near the town of Tal Abyad, northeastern Syria, Friday, Oct.4, 2019. The patrols are part of a deal reached between Turkey and the United States to ease tensions between the allies over the presence of U.S.-backed Syrian Kurdish fighters in the area. (AP Photo/Baderkhan Ahmad)

La Turchia attacca i curdi: nel raid colpiti anche civili

Michela Lopez10 ottobre 2019
primo-municipio

Gettoni Primo Municipio “solo” dopo trenta minuti

Anna Piscopo10 ottobre 2019