Politica

Riforma del Fondo Salva Stati Conte pronto al veto in Europa

Riforma del Fondo Salva Stati Conte pronto al veto in Europa
Luigi Bussu

Nella maggioranza di governo si è aperto un nuovo fronte di scontro, sulla riforma del Mes, il Meccanismo Europeo di Stabilità. Le opposizioni, soprattutto la Lega, hanno attaccato il Presidente del Consiglio Conte. Anche il Movimento 5 Stelle, anziché fare quadrato intorno al premier del Governo di cui fa parte, ha espresso dure critiche.
Il Mes è l’organizzazione internazionale creata nel 2011 per dare assistenza finanziaria ai Paesi della zona euro in difficoltà economica o a rischio default. Lo scopo era quello di concedere aiuti in cambio di riforme strutturali e conseguenti sacrifici, come successo in Grecia. Il meccanismo è stato modificato a giugno dal Consiglio Europeo, nel quale siedono i ministri dell’Economia dei Paesi dell’Euro, e la procedura deve essere chiusa entro dicembre. Al Consiglio europeo del 12 e 13 dicembre a Bruxelles, dopo le polemiche, Conte è indirizzato a votare “no” alla riforma del Mes, che prevede una riduzione delle condizioni di accesso dei paesi in difficoltà con una ristrutturazione del debito. Con il “no” dell’Italia la riforma non passerebbe, perché serve l’unanimità per l’approvazione finale. Secondo il governo, una revisione del Mes andrebbe inserita in un pacchetto di riforme più ampio, dunque Conte in Europa non darà il “si” alla riforma, se votata singolarmente.
Il Movimento 5 Stelle ha chiesto un vertice di maggioranza sulla questione. “Il Parlamento aveva dato un preciso mandato al Presidente del Consiglio. La discussione sul Mes deve essere trasparente, il Parlamento non può essere tenuto all’oscuro dei progressi nella trattativa e non è accettabile alcuna riforma peggiorativa”, hanno spiegato in una nota i deputati M5S della commissione Finanze. Il vertice dovrebbe tenersi, secondo Adkronos, venerdì mattina. (Fonti: Adkronos, Repubblica)

Politica
Luigi Bussu
@luigi_bussu

Riservato ma ironico, sardonico, mi piace fare le cose nel miglior modo possibile, non lascio mai indietro nessuno. Sardo di Ollolai, paese nel centro della Sardegna, isola che mi resta tatuata nel cuore ovunque vada. Classe 1991, laureato in Scienze della Comunicazione a Sassari, fin da piccolo coltivo il sogno di fare il giornalista, essendo da sempre quello polemico e controcorrente. Giornalismo per me è mettere tutto in discussione. Le mie grandi passioni sono la politica, nazionale e estera, e lo sport. Sono tifoso dell’Inter, dell’Arsenal e del Cagliari. Partner di Fortunato, un cavallo anglo-arabo sardo che posseggo da dieci anni. Sono appassionato di musica. In particolare, apprezzo chi unisce strumenti tradizionali con sonorità punk o metal.

More in Politica

img_attualita_patriottismoeconomico

Patto Stabilità sospeso fino al 2021 La proposta di Parigi in sostegno all’Europa

Marìcla Pastore22 maggio 2020
sfiducia-bonafede-il-senato-respinge-la-mozione-del-centrodestra

Niente sfiducia a Bonafede. Crisi di Governo scongiurata

Luigi Bussu21 maggio 2020
sfiducia-bonafede-il-senato-respinge-la-mozione-del-centrodestra

Oggi sfiducia a Bonafede. Delrio: “Se passa è crisi”

Claudio Carbone20 maggio 2020
conte-macron-2

Recovery Fund, Le Maire: “Sarà partita dura” Conte-Macron: “Ue sia all’altezza della crisi”

Michele Mitarotondo20 maggio 2020
ansa-sciopero

Una pioggia di solidarietà per i giornalisti dell’Ansa

Michela Lopez19 maggio 2020
08-vincenzo-de-luca

Per la Fase 2 in Campania scontro De Luca-Governo

Marìcla Pastore18 maggio 2020
bonus-bici

“Bonus mobilità” nel decreto rilancio: più piste e incentivi per bici e monopattini

Michela Lopez15 maggio 2020
teresa-bellanova

Lacrime e politica: Bellanova, un valore di genere

Marìcla Pastore15 maggio 2020
decreto-rilancio

Decreto Rilancio: oggi il Cdm, sciolto il nodo sui braccianti

Claudio Carbone13 maggio 2020