Cronaca

Nipote boss mafioso condannato. Sfregiò una donna nel 2011

Nipote boss mafioso condannato. Sfregiò una donna nel 2011

Confermati i 2 anni e 2 mesi di reclusione a Vincenzo di Cosola, nipote del boss barese Antonio di Cosola, condannato per aver molestato e sfregiato una donna nel 2011. La conferma della pena è arrivata dalla Corte di Appello di Bari. Secondo quanto ricostruito attraverso la testimonianza della vittima – Armida Lepore, 42 anni – e di altri testimoni, di Cosola avrebbe prima tentato di approcciarsi alla vittima palpeggiandola. Al rifiuto della donna, di Cosola prima le ha versato il contenuto del bicchiere sul volto, frantumandoglielo poi sulla parte sinistra della fronte.
Di Cosola, durante l’udienza, ha negato il palpeggiamento, ma la Corte ha confermato la condanna per entrambi i reati.

Cronaca

Speaker radiofonica e mangiatrice seriale di libri e serie tv, da sempre con il "pallino" della scrittura. Il giornalismo è ciò che mi permette di coniugare e approfondire i miei interessi, due in particolare: Medio Oriente e Gender Studies.

More in Cronaca

093731269-875a45b0-0762-4a2a-9385-7601c6705fd8

Aumentano i controlli anti-movida a Bari. Decaro: giovani da responsabilizzare

Luigi Bussu22 maggio 2020
unnamed-1

Università: lezioni online fino a gennaio 2021, rimangono aperti solo biblioteche e laboratori

Michela Lopez22 maggio 2020
giove

Ex Ilva, lunedì sciopero generale Sindacati: “Situazione insostenibile”

Anna Piscopo22 maggio 2020
refinery-4800320_1920

Brindisi avvolta da emissioni del petrolchimico: il sindaco blocca gli impianti di Versalis

Michela Lopez21 maggio 2020
movida

Premier Conte: “No a movida”. Multe da 400 a 3mila euro

Anna Piscopo21 maggio 2020
unnamed

Entrano in ospedale fingendosi malati e rubano l’auto al chirurgo: arrestati due uomini

Michela Lopez20 maggio 2020
isolati ceppi virali

Covid-19: 10 contagi e 2 decessi in Puglia. Isolati 2 ceppi virali

Anna Piscopo20 maggio 2020
sequestro_gdf_1

Droga per 5 milioni di euro sequestrata al largo di Brindisi

Claudio Carbone19 maggio 2020
silvia-romano

L’estrema destra minaccia Silvia Romano. Ecco l’ipotesi della Procura di Milano

Saverio Carlucci19 maggio 2020