Sport

Facile 2-1 al Ludogorets a porte chiuse. Per l’Inter agli ottavi c’è il Getafe

Facile 2-1 al Ludogorets a porte chiuse. Per l’Inter agli ottavi c’è il Getafe
Luigi Bussu

In un San Siro deserto per precauzione contro il contagio del nuovo coronavirus l’Inter ha sconfitto in modo agevole (2-1) i bulgari del Ludogorets, centrando la qualificazione agli ottavi di Europa League. Il passaggio del turno non è mai stato in discussione, dopo il 2 a 0 a favore dei nerazzurri nella gara d’andata.

I bulgari sono la squadra di Razgrad, cittadina di 54mila abitanti nel nord est del Paese famosa per le rovine dell’antica città romana di Abritus e per la moschea Ibrahim Pasha, in ristrutturazione e ancora chiusa dai tempi del socialismo. I calciatori si erano presentati in albergo a Milano, e prima ancora all’aeroporto, con le mascherine che dovrebbero proteggere dal virus. Le hanno indossate anche nel giro di campo prima della partita, come se tra l’erba di San Siro si potesse contrarre la malattia. È stata un’esagerazione inutile, un teatro che i campioni di Bulgaria (ininterrottamente dal 2012), si sono voluti concedere.

erzkqlvx0aasj0f

Calciatori bulgari con la mascherina nel pre partita. Il rischio contagio nel prato del Meazza…

La partita, nel surreale scenario di uno stadio da 80mila posti vuoto, ha offerto pochi spunti tattici. Al vantaggio del Ludogorets, firmato dall’ala Cauly, ha risposto subito dopo l’interista Biraghi, con un tiro cross deviato alle spalle del portiere Iliev, incerto e goffo per tutta la partita. Il vantaggio nerazzurro di Lukaku è un gol che se fosse stato segnato nella Serie A degli anni novanta avrebbe vinto il premio di “gollonzo” dell’anno, come venivano definiti dal trio comico della Gialappa’s, nel programma Tv “Mai dire gol”, i gol più assurdi e casuali. Dopo un bello scambio con Sanchez, Lukaku ha colpito di testa addosso al portiere bulgaro, ma la palla è rimbalzata sull’attaccante belga a terra, finendo in rete.

Nel secondo tempo l’Inter è andata vicina al terzo gol, ma la partita ha tenuto i ritmi blandi del primo tempo. Da segnalare solo l’impegno di Sanchez, che ha provato a mettersi in mostra giocando una buona partita, e il fatto che la particolarità della “location” abbia consentito di sentire le urla dei portieri e dei calciatori, in genere coperte da quelle dei tifosi.

L’Inter, nel sorteggio di oggi a Nyon, ha appreso chi sarà il suo avversario agli ottavi: il Getafe. La squadra dell’area metropolitana di Madrid è quinta nel campionato spagnolo ed è caratterizzata da un gioco molto difensivo e falloso, unito a provocazioni agli avversari.

Sport
Luigi Bussu
@luigi_bussu

Riservato ma ironico, sardonico, mi piace fare le cose nel miglior modo possibile, non lascio mai indietro nessuno. Sardo di Ollolai, paese nel centro della Sardegna, isola che mi resta tatuata nel cuore ovunque vada. Classe 1991, laureato in Scienze della Comunicazione a Sassari, fin da piccolo coltivo il sogno di fare il giornalista, essendo da sempre quello polemico e controcorrente. Giornalismo per me è mettere tutto in discussione. Le mie grandi passioni sono la politica, nazionale e estera, e lo sport. Sono tifoso dell’Inter, dell’Arsenal e del Cagliari. Partner di Fortunato, un cavallo anglo-arabo sardo che posseggo da dieci anni. Sono appassionato di musica. In particolare, apprezzo chi unisce strumenti tradizionali con sonorità punk o metal.

More in Sport

sara_gama

Ripartenza calcio femminile Sara Gama: “Serve chiarezza”

Michele Mitarotondo22 maggio 2020
stadio

Figc: I campionati di A, B e C vanno conclusi, ma la decisione finale spetta al Governo

Claudio Carbone21 maggio 2020
allenamenti1-1024x394

Serie A, ok sul nuovo protocollo Al via gli allenamenti di gruppo

Marìcla Pastore20 maggio 2020
Credit photo: Linkabile

Il Cts frena sul calcio dubbi sulla ripartenza

Michele Mitarotondo11 maggio 2020
Credit photo: goal.com

Lecce in campo in vista della ripartenza via libera agli allenamenti individuali

Michele Mitarotondo6 maggio 2020
ministro-spadafora-2019-460x340

Il virus ricatta il campionato di Serie A. Spadafora: la ripartenza va conquistata

Saverio Carlucci29 aprile 2020
allenamenti1-1024x394

Covid-19 nella fase due riparte lo sport Conte: “Prima gli allenamenti individuali”

Marìcla Pastore27 aprile 2020
WCENTER 0JHCAGODHD                ROMA STADIO OLIMPICO VUOTO CALCIO IN CRISI  FOTO DI © REMO CASILLI/AG.SINTESI

Covid-19: per ministro Speranza “Il calcio è l’ultimo dei problemi”

Marìcla Pastore20 aprile 2020
105415985-eb88a7e2-7fe4-495a-b5c6-8c35ce921950

Olimpiadi di Tokyo 2020: ufficiale il rinvio al 2021

Luigi Bussu24 marzo 2020