Attualità

La Turchia minaccia l’Europa. In arrivo migliaia di migranti

La Turchia minaccia l’Europa. In arrivo migliaia di migranti
Saverio Carlucci

Il presidente turco, Recep Tayyip Erdogan, ieri in conferenza stampa ha attaccato l’Unione europea dicendo di aver rifiutato un miliardo di euro di aiuti offerti per fermare i flussi migratori. Dopo aver lamentato di essere stato abbandonato dall’Unione nella gestione della crisi siriana, Erdogan è tornato a minacciare l’Europa. Nelle ultime 48 ore l’esercito turco ha smesso infatti di presidiare il confine con la Grecia permettendo a migliaia di profughi, soprattutto siriani, di provare a raggiungere l’Europa. Il governo di Atene ha comunicato di aver respinto oltre 10mila migranti negli ultimi due giorni e di averne arrestati un centinaio. Sulla cifre per il momento non c’è un’altra fonte che possa confermare. Ma a testimoniare l’azione delle forze di polizia turche ci sono le immagini, che nei giorni scorsi hanno mostrato navi della marina tentare di affondare i gommoni stracolmi di migranti davanti alle coste di Lesbo. Erdogan sembrerebbe utilizzare i migranti come merce di scambio con l’Unione europea per garantirsi appoggio e, soprattutto, fondi da utilizzare nella guerra in Siria. Giovedì scorso circa 30 soldati turchi sono stati uccisi a Idlib da un raid aereo dell’esercito fedele al presidente siriano Basshar al Assad, appoggiato dalla Russia di Putin. Dopo quest’offensiva, la minaccia di Erdogan all’Ue: ora i migranti li prendete voi. Il presidente del Consiglio europeo, Chaler Michell, ha convocato per questa settimana una riunione d’emergenza dei ministri degli esteri per accordarsi su come fronteggiare la nuova crisi migranti, ormai già cominciata. Questa mattina invece a Kastanies, città greca al confine con la Turchia, arriveranno i presidenti di Commissione europea, Parlamento e Consiglio accompagnati dal premier greco Mitsotakis. Nel 2019 la Grecia ha concesso asilo politico a 77mila richiedenti, circa 7 volte di più rispetto all’Italia e ora pretende una sforzo maggiore da tutta l’Ue. Il 5 marzo il presidente turco Erdogan dovrebbe incontrare Putin, alleato di Assad, per tentare la mediazione. Tuttavia i migranti in fuga dalla guerra in Siria potrebbero aumentare nel giro di poche ore. Secondo le stime dell’Onu 900mila siriani starebbero cercando di scappare dalla “più grande crisi umanitaria del millennio”.

Attualità
Saverio Carlucci

Raccontare può essere una passione? O è solo qualcosa di cui non possiamo fare a meno? Non lo so. Di certo per me imparare a "Raccontare", ad andare oltre la superficie, è diventato un obiettivo.

More in Attualità

bollettino-22-maggio

Covid-19: numeri ancora in calo Iss: “Non abbassiamo la guardia”

Claudio Carbone22 maggio 2020
093731269-875a45b0-0762-4a2a-9385-7601c6705fd8

Aumentano i controlli anti-movida a Bari. Decaro: giovani da responsabilizzare

Luigi Bussu22 maggio 2020
img_attualita_patriottismoeconomico

Patto Stabilità sospeso fino al 2021 La proposta di Parigi in sostegno all’Europa

Marìcla Pastore22 maggio 2020
unnamed-1

Università: lezioni online fino a gennaio 2021, rimangono aperti solo biblioteche e laboratori

Michela Lopez22 maggio 2020
giove

Ex Ilva, lunedì sciopero generale Sindacati: “Situazione insostenibile”

Anna Piscopo22 maggio 2020
stadio

Figc: I campionati di A, B e C vanno conclusi, ma la decisione finale spetta al Governo

Claudio Carbone21 maggio 2020
refinery-4800320_1920

Brindisi avvolta da emissioni del petrolchimico: il sindaco blocca gli impianti di Versalis

Michela Lopez21 maggio 2020
de-donno

De Donno cittadino onorario di Lequile per lotta a Covid-19 con terapia al plasma

Michele Mitarotondo21 maggio 2020
movida

Premier Conte: “No a movida”. Multe da 400 a 3mila euro

Anna Piscopo21 maggio 2020