Attualità

Viaggiatori bloccati alla stazione di Milano. Volevano tornare al Sud senza i requisiti

Viaggiatori bloccati alla stazione di Milano. Volevano tornare al Sud senza i requisiti
Luigi Bussu

Alcuni viaggiatori, diretti verso il Sud Italia (a Napoli e Salerno), sono stati bloccati alla stazione centrale di Milano per non aver superato i controlli, diventati più stringenti dopo le recenti direttive che limitano gli spostamenti per impedire la diffusione di Covid-19, il nuovo coronavirus.

I passeggeri fermati, circa una decina, sono stati sottoposti al controllo dell’autocertificazione e dei documenti. Inoltre, gli è stata misurata la temperatura corporea, per verificare che non avessero linee di febbre riconducibili al coronavirus. Qualcuno, dopo essere stato dichiarato non idoneo alla partenza, avrebbe avuto, riferisce l’Ansa, delle crisi isteriche e di pianto.

In seguito alle nuove direttive riguardanti gli spostamenti, infatti, è diventato più complicato uscire dal comune in cui ci si trova. La nuova ordinanza, diffusa ieri dai ministeri della Salute e dell’Interno per contenere l’epidemia di Covid-19, sancisce che “è vietato a tutte le persone fisiche di trasferirsi o spostarsi con mezzi di trasporto pubblici o privati in un comune diverso da quello in cui si trovano, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza o per motivi di salute”. L’ordinanza è stata emanata proprio per evitare una nuova fuga di massa verso il Sud (che comunque ieri non c’è stata), come quella dello scorso 8 marzo.

Le disposizioni saranno valide fino all’entrata in vigore del nuovo decreto (che sarà pubblicato oggi in Gazzetta Ufficiale) del Presidente del Consiglio, annunciato sabato sera dallo stesso Conte sabato sera in una diretta su Facebook e YouTube, e che contiene anche questa misura, oltre allo stop alle attività produttive non essenziali.

 

 

Attualità
Luigi Bussu
@luigi_bussu

Riservato ma ironico, sardonico, mi piace fare le cose nel miglior modo possibile, non lascio mai indietro nessuno. Sardo di Ollolai, paese nel centro della Sardegna, isola che mi resta tatuata nel cuore ovunque vada. Classe 1991, laureato in Scienze della Comunicazione a Sassari, fin da piccolo coltivo il sogno di fare il giornalista, essendo da sempre quello polemico e controcorrente. Giornalismo per me è mettere tutto in discussione. Le mie grandi passioni sono la politica, nazionale e estera, e lo sport. Sono tifoso dell’Inter, dell’Arsenal e del Cagliari. Partner di Fortunato, un cavallo anglo-arabo sardo che posseggo da dieci anni. Sono appassionato di musica. In particolare, apprezzo chi unisce strumenti tradizionali con sonorità punk o metal.

More in Attualità

bollettino-22-maggio

Covid-19: numeri ancora in calo Iss: “Non abbassiamo la guardia”

Claudio Carbone22 maggio 2020
093731269-875a45b0-0762-4a2a-9385-7601c6705fd8

Aumentano i controlli anti-movida a Bari. Decaro: giovani da responsabilizzare

Luigi Bussu22 maggio 2020
img_attualita_patriottismoeconomico

Patto Stabilità sospeso fino al 2021 La proposta di Parigi in sostegno all’Europa

Marìcla Pastore22 maggio 2020
unnamed-1

Università: lezioni online fino a gennaio 2021, rimangono aperti solo biblioteche e laboratori

Michela Lopez22 maggio 2020
giove

Ex Ilva, lunedì sciopero generale Sindacati: “Situazione insostenibile”

Anna Piscopo22 maggio 2020
stadio

Figc: I campionati di A, B e C vanno conclusi, ma la decisione finale spetta al Governo

Claudio Carbone21 maggio 2020
refinery-4800320_1920

Brindisi avvolta da emissioni del petrolchimico: il sindaco blocca gli impianti di Versalis

Michela Lopez21 maggio 2020
de-donno

De Donno cittadino onorario di Lequile per lotta a Covid-19 con terapia al plasma

Michele Mitarotondo21 maggio 2020
movida

Premier Conte: “No a movida”. Multe da 400 a 3mila euro

Anna Piscopo21 maggio 2020