Attualità

Gazzetta del Mezzogiorno: Ciancio vuole mettere in liquidazione la società editrice del giornale

Gazzetta del Mezzogiorno: Ciancio vuole mettere in liquidazione la società editrice del giornale
Michela Lopez

Cresce la preoccupazione dei giornalisti della Gazzetta del Mezzogiorno, storico quotidiano di Puglia e Basilicata. L’editore Ciancio Sanfilippo ha comunicato infatti la volontà di porre in liquidazione la società editrice del giornale. Ciò avviene dopo le dimissioni del Consiglio di amministrazione e del Collegio sindacale (senza che la famiglia Ciancio avesse nominato i nuovi organi) e dopo la decisione del Tribunale di Catania di prorogare il Cda dimissionario per far eseguire all’editore le nomine di propria competenza previste dalla legge.

L’ultimo comunicato del Comitato di redazione della Gazzetta cita: “Vergogna. Mario Ciancio Sanfilippo ha gettato la maschera del vecchio gentiluomo siciliano per rivelare il volto del comandante che abbandona la nave nella tempesta. Anzi, che insieme con i suoi eredi la porta sugli scogli prima di scendere”.
Poi prosegue: “Con una mossa a sorpresa dietro l’altra, l’editore sta esplicitando il suo totale disinteresse per la “Gazzetta”. L’ultima è di ieri, quando ha dichiarato al cda uscente la volontà di porre in liquidazione la società editrice del giornale, quella Edisud Spa di cui ha tenacemente chiesto la restituzione al Tribunale di Catania, evidentemente con l’unico scopo di riabilitare – legittimamente – la sua immagine dopo le imputazioni per presunto concorso esterno in associazione mafiosa, in un processo peraltro ancora in corso”.
Tanta la rabbia e la disillusione che traspare nelle parole dei giornalisti: “Ci eravamo illusi che diciotto mesi di battaglie legali lo avessero motivato a dimostrare all’Italia intera che la famiglia Ciancio Sanfilippo era pronta a ripartire. Negli ultimi diciotto mesi noi lavoratori della «Gazzetta» abbiamo accettato pesanti sacrifici: tagli progressivi e strutturali alle buste paga, intere mensilità perdute nel calderone dei debiti societari, quote ingenti di contributi e trattamento di fine rapporto nella stessa fornace debitoria”.
Il comunicato si conclude con un messaggio per i lettori: “Cari Lettori, l’ultima cosa che vorremmo fare noi giornalisti e lavoratori della «Gazzetta» sarebbe decretare la morte del quotidiano dei pugliesi e dei lucani. E, invece, abbiamo la sgradevole sensazione di venire spinti verso questa macabra beffa: essere presi per sfinimento dopo quasi due anni di battaglie legali, affinché la parola «fine» la scrivano coloro che condividono con voi l’amore per il giornale. E, invece, c’è chi sta dimostrando di volerlo solo gettare via come un fazzoletto usato”.

Attualità
Michela Lopez

Classe 1993. Laureata in lingue all'Università degli studi di Bari "Aldo Moro”. La mediazione è l’essenza della comunicazione, sia a livello "interculturale" che a livello "intraculturale". La mia idea di giornalismo è ripresa perfettamente nel film The Post: “The press was to serve the governed, not the governors". Appassionata di spettacoli, cronaca e musica (Let' rock!)

More in Attualità

bollettino-22-maggio

Covid-19: numeri ancora in calo Iss: “Non abbassiamo la guardia”

Claudio Carbone22 maggio 2020
093731269-875a45b0-0762-4a2a-9385-7601c6705fd8

Aumentano i controlli anti-movida a Bari. Decaro: giovani da responsabilizzare

Luigi Bussu22 maggio 2020
img_attualita_patriottismoeconomico

Patto Stabilità sospeso fino al 2021 La proposta di Parigi in sostegno all’Europa

Marìcla Pastore22 maggio 2020
unnamed-1

Università: lezioni online fino a gennaio 2021, rimangono aperti solo biblioteche e laboratori

Michela Lopez22 maggio 2020
giove

Ex Ilva, lunedì sciopero generale Sindacati: “Situazione insostenibile”

Anna Piscopo22 maggio 2020
stadio

Figc: I campionati di A, B e C vanno conclusi, ma la decisione finale spetta al Governo

Claudio Carbone21 maggio 2020
refinery-4800320_1920

Brindisi avvolta da emissioni del petrolchimico: il sindaco blocca gli impianti di Versalis

Michela Lopez21 maggio 2020
de-donno

De Donno cittadino onorario di Lequile per lotta a Covid-19 con terapia al plasma

Michele Mitarotondo21 maggio 2020
movida

Premier Conte: “No a movida”. Multe da 400 a 3mila euro

Anna Piscopo21 maggio 2020