Agenzie

Scuola: Azzolina, per maturità si parte il 17 giugno. Niente scritti

Scuola: Azzolina, per maturità si parte il 17 giugno. Niente scritti
Michela Lopez

Roma, 16 mag. – “Gli esami iniziano il 17 giugno. Non ci saranno più le prove scritte, ci sarà un colloquio orale della durata massima di un’ora”. Così la ministra dell’istruzione, Lucia Azzolina durante la conferenza stampa di presentazione delle ordinanze relative agli esami di Stato 2020.

Dopo diverse settimane di dubbi e confusione, le misure sullo svolgimento degli esami dopo il quinto superiore sono state chiarite.

“Ci tengo a dire che le scuole hanno sempre sofferto il fatto che dal ministero dell’istruzione spesso arrivassero dei documenti complessi – ha sottolineato Lucia Azzolina – ho fortemente voluto che si scrivessero delle ordinanze agili, soprattutto questa del secondo ciclo di istruzione. Abbiamo definito un documento celere che sia facilmente comprensibile da tutte le scuole”.

Poi, entrando nel dettaglio, la ministra ha spiegato che il colloquio orale prevede diverse fasi. “La prima è, in apertura, la discussione di un elaborato sulle discipline di indirizzo che i nostri studenti concorderanno con i loro docenti. La seconda è la discussione di un testo di italiano che è stato studiato durante il quinto anno in classe e poi ci sono dei materiali preparati dalla commissione per favorire la trattazione delle altre discipline. Infine – ha concluso – lo studente spiegherà quello che ha imparato nelle sue esperienze di Cto, quella che prima veniva chiamata alternanza scuola-lavoro, e le sue conoscenze di cittadinanza e costituzione”.

L’esame quindi sarà in presenza “compatibilmente con l’andamento epidemiologico nelle diverse aree del Paese” e ci saranno solo commissari interni.

Agenzie
Michela Lopez

Classe 1993. Laureata in lingue all'Università degli studi di Bari "Aldo Moro”. La mediazione è l’essenza della comunicazione, sia a livello "interculturale" che a livello "intraculturale". La mia idea di giornalismo è ripresa perfettamente nel film The Post: “The press was to serve the governed, not the governors". Appassionata di spettacoli, cronaca e musica (Let' rock!)

More in Agenzie

azzolina_9_aprile_03

Scuola: Azzolina, niente bocciature ma valutazione seria

Saverio Carlucci16 maggio 2020
FILE - In this Feb. 14, 2019, file photo, New York Gov. Andrew Cuomo speaks before signing a bill in New York. Cuomo is being criticized for using a racial slur for African Americans while discussing historical discrimination toward dark-skinned Italian immigrants. He was in an interview Tuesday, Oct. 15, on WAMC radio while speaking about Columbus Day and a recent New York Times article about how Italians overcame bigotry in the U.S. Oct. 15. (AP Photo/Seth Wenig, File)

Covid-19: Cuomo, a New York lockdown fino al 28

Luigi Bussu16 maggio 2020
ezio-bosso-1

Unione Europea: Ezio Bosso, L’Europa come un’orchestra

Simona Latorrata15 maggio 2020
gentiloni480

Ue: Gentiloni, vicina a Stati con Mes e Sure

Cristina Mastrangelo15 maggio 2020
teresa-bellanova

Lacrime e politica: Bellanova, un valore di genere

Marìcla Pastore15 maggio 2020
cortellesi

Covid-19: la “poesia al Padreterno” di Paola Cortellesi

Anna Piscopo14 maggio 2020
smart-working

Smart working: come si differenzia dal telelavoro

Simona Latorrata29 aprile 2020
virus web

Covid19, le ricerche degli italiani su Internet durante l’emergenza

Mariamichela Sarcinelli28 aprile 2020
export-316318

Covid-19: restrizioni al commercio di mascherine

Marìcla Pastore28 aprile 2020