Economia

A Bari da 500 a 1500 euro per chi riapre dopo il lockdown

A Bari da 500 a 1500 euro per chi riapre dopo il lockdown
Luigi Bussu

Ieri la Giunta del Comune di Bari ha approvato un bando con cui erogherà, a fondo perduto, da 500 a 1500 euro ai commercianti costretti a sospendere l’attività per l’emergenza di Covid-19.

L’aiuto sarà erogato fino a esaurimento fondi (il sindaco, Antonio Decaro, lo scorso 9 maggio, aveva annunciato un budget dedicato di 6 milioni) a partire dalla data di pubblicazione del bando detto “Open”, prevista per venerdì 22 maggio a partire dalle 9.  Per presentare la domanda e accedere al contributo sarà obbligatorio iscriversi sul portale realizzato dal Comune di Bari per la misura.

Destinatari del contributo da 1500 euro sono tutte le attività legate al commercio, all’artigianato e alla ristorazione, dunque bar, caffè, pasticcerie, ristoranti, ma anche negozi di abbigliamento, di antiquariato, gli autosaloni e molti altri esercenti. I venditori ambulanti con regolare licenza del Comune, invece, potranno fare richiesta per l’aiuto da 500 euro.

Le attività commerciali per poter partecipare al bando dovranno avere delle caratteristiche precise: essere attive almeno dall’11 marzo 2020, iscritte al Registro delle Imprese tenuto dalla Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura (CCIAA) di Bari, essere state chiuse durante il “lockdown”, avere sede operativa nel territorio del Comune di Bari, in un locale di dimensione massima di 250 metri quadri e essere in regola con il versamento dei contributi previdenziali e assistenziali all’inizio della sospensione dell’attività.

“A questo primo intervento di sostegno si aggiungono le ulteriori agevolazioni a cui abbiamo lavorato – ha spiegato Antonio Decaro – dall’occupazione di suolo pubblico gratuita, agli sgravi fiscali e l’accordo con i proprietari immobiliari per la calmierare i canoni di locazione”.

Economia
Luigi Bussu
@luigi_bussu

Riservato ma ironico, sardonico, mi piace fare le cose nel miglior modo possibile, non lascio mai indietro nessuno. Sardo di Ollolai, paese nel centro della Sardegna, isola che mi resta tatuata nel cuore ovunque vada. Classe 1991, laureato in Scienze della Comunicazione a Sassari, fin da piccolo coltivo il sogno di fare il giornalista, essendo da sempre quello polemico e controcorrente. Giornalismo per me è mettere tutto in discussione. Le mie grandi passioni sono la politica, nazionale e estera, e lo sport. Sono tifoso dell’Inter, dell’Arsenal e del Cagliari. Partner di Fortunato, un cavallo anglo-arabo sardo che posseggo da dieci anni. Sono appassionato di musica. In particolare, apprezzo chi unisce strumenti tradizionali con sonorità punk o metal.

More in Economia

img_attualita_patriottismoeconomico

Patto Stabilità sospeso fino al 2021 La proposta di Parigi in sostegno all’Europa

Marìcla Pastore22 maggio 2020
emilioano

“Finanziamento alle giovani coppie”. L’idea per salvare il settore wedding in Puglia

Saverio Carlucci20 maggio 2020
borsa-italiana-679x350

I Btp Italia convincono i risparmiatori. Oltre 4 miliardi piazzati il primo giorno.

Saverio Carlucci19 maggio 2020
sardegna-2

In Sardegna riaprono le spiagge. Ok anche agli sport individuali

Luigi Bussu18 maggio 2020
goloritze_dallalto_cooir_rsz

La Sardegna ha già riaperto. A giugno ripartono i voli

Luigi Bussu15 maggio 2020
coronavirus-conte-fase-2

Dl Rilancio: bonus vacanze di 2,4 mld per il turismo

Michele Mitarotondo15 maggio 2020
fauci

USA: per Fauci riaprire è rischioso. “L’epidemia non è sotto controllo”

Luigi Bussu13 maggio 2020
Si tedesco al Fondo salva Stati

Per la Corte costituzionale tedesca il QE è legittimo, ma la BCE deve chiarire

Luigi Bussu6 maggio 2020
gualtieri

Governo prepara nuovo decreto per sostenere economia del Paese

Michele Mitarotondo5 maggio 2020