Attualità

Università: lezioni online fino a gennaio 2021, rimangono aperti solo biblioteche e laboratori

Università: lezioni online fino a gennaio 2021, rimangono aperti solo biblioteche e laboratori
Michela Lopez

La fase 2 delle università italiane è cominciata il 4 maggio e durerà fino al 31 luglio: i portoni degli Atenei sono aperti ma di fatto si può entrare solo in laboratori e biblioteche, a turni e su prenotazione. Ogni università ha stilato il proprio calendario che tuttavia non comprende le lezioni (ormai finite), ma neppure gli esami e la discussione delle tesi di laurea. La didattica resta online quasi in tutta Italia, non solo in Lombardia dove i rettori avevano fatto sapere da subito di voler rinviare la riapertura delle aule.

Ci sono rare eccezioni, come la Sapienza di Roma che da metà giugno dà la possibilità di discutere la tesi in presenza e — se le condizioni di sicurezza lo permetteranno — di fare esami per piccoli gruppi.
Per quanto riguarda i fuorisede, la maggior parte è tornata a casa e ha disdetto stanze e appartamenti per limitare le spese, causando per la prima volta da anni un calo nelle cifre chieste per gli affitti del prossimo anno.
Per le matricole invece, persino gli open day si stanno svolgendo via web. Il primo appuntamento in aula per loro sarà l’esame di ingresso a Medicina: il test è previsto per il 3 settembre e se non si troveranno abbastanza spazi per accogliere decine di migliaia di studenti in un solo giorno la prova potrebbe essere scaglionata, come ha spiegato il ministro dell’Università Gaetano Manfredi.
I rettori due giorni fa si sono riuniti in via telematica per pianificare la Fase 3 che comincerà a settembre e durerà fino al 31 gennaio: l’indicazione, ha spiegato il presidente della Crui e rettore del Politecnico di Milano, Ferruccio Resta, è di tornare all’attività in sede: «Non ci stancheremo mai di sottolineare che l’università è una comunità fatta di menti, di persone e di relazioni».

Attualità
Michela Lopez

Classe 1993. Laureata in lingue all'Università degli studi di Bari "Aldo Moro”. La mediazione è l’essenza della comunicazione, sia a livello "interculturale" che a livello "intraculturale". La mia idea di giornalismo è ripresa perfettamente nel film The Post: “The press was to serve the governed, not the governors". Appassionata di spettacoli, cronaca e musica (Let' rock!)

More in Attualità

bollettino-22-maggio

Covid-19: numeri ancora in calo Iss: “Non abbassiamo la guardia”

Claudio Carbone22 maggio 2020
093731269-875a45b0-0762-4a2a-9385-7601c6705fd8

Aumentano i controlli anti-movida a Bari. Decaro: giovani da responsabilizzare

Luigi Bussu22 maggio 2020
img_attualita_patriottismoeconomico

Patto Stabilità sospeso fino al 2021 La proposta di Parigi in sostegno all’Europa

Marìcla Pastore22 maggio 2020
giove

Ex Ilva, lunedì sciopero generale Sindacati: “Situazione insostenibile”

Anna Piscopo22 maggio 2020
stadio

Figc: I campionati di A, B e C vanno conclusi, ma la decisione finale spetta al Governo

Claudio Carbone21 maggio 2020
refinery-4800320_1920

Brindisi avvolta da emissioni del petrolchimico: il sindaco blocca gli impianti di Versalis

Michela Lopez21 maggio 2020
de-donno

De Donno cittadino onorario di Lequile per lotta a Covid-19 con terapia al plasma

Michele Mitarotondo21 maggio 2020
movida

Premier Conte: “No a movida”. Multe da 400 a 3mila euro

Anna Piscopo21 maggio 2020
unnamed

Conversano, cade la maggioranza L’ira del Sindaco: “Gesto ignobile”

Marìcla Pastore21 maggio 2020